lunedì 11 agosto 2014

DALLA PATATA.. ALLA CASTAGNA!

Il 15 settembre 2013 a Montese (MO) ho presentato un intervento sugli antichi mestieri e sull'antropologia del corpo, in particolare sulle tecniche del corpo e sulla gestualità nel mondo contadino. In quell'occasione è stata allestita anche una mostra fotografica sulla famiglia contadina e ci sono stati altri 3 interventi: uno sull'antropologia alimentare dell' epoca contadina in Emilia, tenuto dalla dott.ssa Lucia Galasso di Antrocom, e gli altri due tenuti da amici e compaesani appassionati di storia, che ci hanno parlato il primo della storia della patata e il secondo della famiglia contadina. L'intervento "antropologico" è piaciuto molto, tanto che è il mio intervento è stato replicato un paio di mesi dopo, in un paese nelle vicinanze, parlando però della raccolta delle castagne anziché della coltivazione delle patate.
E nuovamente, anche nell'estate 2014, questo tema torna alla riscossa, sempre nel tentativo di evocare antiche tradizioni, farle vivere e ri-vivere, in un periodo storico in cui non solo le macchine rischiano di offuscare la memoria degli antichi mestieri, ma anche la legge della natura, che a causa di malattie che attaccano il castagno, nonché la famigerata vespa cinese, questo splendido frutto sta piano piano scomparendo dalla nostra montagna e quindi dalla nostra tavola.
 
Ecco il prossimo evento, patrocinato come i precedenti dall'Associazione di Promozione Sociale RADICES, che si terrà il 20 agosto alle 21 a Casa Calistri, Granaglione (BO).