sabato 10 gennaio 2015

YOGA PER BAMBINI.. UN ANNO DOPO!

Eccoci qui, è già passato un anno da quando ho cominciato i primi laboratori con i bambini presso le scuole dell'infanzia, e da lì poi i miei laboratori "privati" e gli interventi nei campi solari. Giungo alla fine di questo primo anno aprendo subito il secondo: nuovi laboratori che cominceranno a breve presso le scuole e presso la ormai consolidata Casa dei Colori in Montagnola a Bologna. Quest'anno ho articolato un progetto sui valori e sulla felicità in sé stessi, in particolare giocheremo con fatine virtuose che ci insegneranno l'empatia, la gratitudine e la generosità ma anche con il nostro amico Elmer e altri animaletti che ci insegneranno come trovare la felicità dentro di noi.
E già, perché più frequento le scuole e più mi rendo conto di come la nuova generazione, e forse anche quella dei più cresciutelli adolescenti, si trovi in crisi emotiva e identitaria.. probabilmente perché gli stessi adulti non se la passano meglio! Insomma, in un mondo di plastica e di wifi, in cui ogni informazione ci raggiunge alla velocità della luce, in cui la globalizzazione e il glocalismo avrebbe dovuto costruire una grande comunità unica ed unita, il Villaggio Globale come diceva l'illuminato McLuhan, in realtà, nonostante tutto questo e anche di più.. ci sentiamo tremendamente soli.. e i nostri figli subiscono tutto questo, e trasformano il loro disagio in una serie di dinamiche e problematiche scolastiche, comportamentali, alimentari, e così via. Ovviamente non si vuol fare di tutta un'erba un fascio.. è bello incontrare ancora bambini sorridenti, solari, saggi, quasi disarmanti.. intelligenti e brillanti..


 
La cosa bella che ormai ho imparato è che è a volte quasi inutile prepararsi nei minimi dettagli una lezione.. certo, a noi adulti serve, abbiamo bisogno di tenere tutto sotto controllo, ma in realtà i bambini ci insegnano che non serve e che spesso.. non è possibile! Ci insegnano che la spontaneità e la passione premiano di più di tanto studio e accanimento sui dettagli, ci insegnano che se volevamo sorprenderli e accattivarci la loro approvazione con chissà quale programma, in realtà, lasciarli liberi di esprimersi e guidare la loro fantasia verso il nostro obiettivo, ma senza forzarli, è molto più appagante per noi e per loro.. e probabilmente cominceranno ad apprezzarci. Per quanto riguarda me e la mia personale esperienza, trovo ben riuscite le lezioni in cui l'improvvisazione prende un po' il posto della scaletta, le lezioni in cui mi sento bambina anche io, con la fantasia che vola, portata per mano dai "veri" bambini, e così tra un gioco e l'altro, tra una fantasia e l'altra, ci si ritrova in cerchio a parlare di emozioni, di sentimenti, di ciò che è bene e ciò che è male, su cosa ci fa star bene e su cosa invece ci fa star male.. Perché questo manca ai bambini di oggi, ed è qui che lo Yoga per bambini può fare la differenza, la possibilità di parlare e di essere ascoltati. ma essere ascoltati veramente, da un adulto che tra le righe del pensiero fanciullesco deve impegnarsi a trovare il vero, nascosto e profondo insegnamento. Troppo spesso noi adulti ascoltiamo solo in superficie, senza cercare di tradurre un discorso fantasioso, o semplicemente banale all'apparenza, in qualcosa di comprensibile al mondo degli adulti.. se ci impegniamo in questo sforzo di traduzione, ci renderemo conto che in realtà i bambini sono molto meno "banali" di quello che crediamo e molto meno ingenui di quello che forse speriamo.. Come spesso si sente dire, ed è vero, con i bambini si può parlare di tutto, non abbiate paura, basta usare il linguaggio giusto.. si fanno meno problemi di noi, non hanno i nostri sensi di pudore e di vergogna, se li lasciamo aprire si apriranno! Ecco, dopo un anno di attività, ciò che mi viene da dire è GRAZIE, grazie bambini, che continuate ad insegnarmi come diventare una buona insegnante.. grazie perché questo mi aiuta anche ad essere una persona e una mamma migliore. Bambini fate yoga fin da piccoli, e vedrete che adulti diventerete!